close
Fintech

Criptovalute e DeFi: come far davvero crescere l’ecosistema

Criptovalute e DeFi: come far davvero crescere l'ecosistema
Criptovalute e DeFi: come far davvero crescere l'ecosistema

Oggi è il primo giorno del 2020 ed è opportuno fare alcune considerazioni per l’anno che verrà. Se da un lato c’è la convinzione che il 2020 sarà forse l’anno della consacrazione per l’industria Blockchain e dello sviluppo di applicazioni DeFi come driver principale di crescita, dall’altro c’è la consapevolezza che urge un cambiamento di approccio da parte degli early adopters che rappresentano la community attuale dell’ecosistema criptovalute.

Come creare le basi per una crescita sana dell’ecosistema Blockchain?

Criptovalute e DeFi: un problema di aspettative

L’ombra di una nuova crisi economica c’è da tempo, ma finora i mercati, azionario su tutti, sono riusciti a mantenere un tasso di crescita di tutto rispetto, complice una politica monetaria a dir poco accomodante. L’obbligazionario è in sofferenza, con rendimenti risibili e in questo contesto le commodities e i metalli preziosi, oro su tutti, stanno tornando in voga e lo saranno con molta probabilità per il medio periodo. In periodi come questo, dove si sentono avvisaglie di un rallentamento globale, gli asset che di solito risultano vincenti sono quelli che svolgono la funzione di riserva di valore. Beni rifugio nei quali la comunità riconosce un valore intrinseco suffragato da una qualità indiscussa, la scarsità. La scarsità è un concetto primario in ogni teoria o modello economico. Il Bitcoin, l’oro digitale, è un bene scarso, ne esisteranno al massimo 21.000.000 e al momento ne sono in circolazione circa 18.600.000, quasi il 90%. Un bene del genere è deflattivo per definizione e unito alla sua portata tecnologica e alla facilità con la quale potrà essere scambiato/negoziato, potrà creare le condizioni per la sua diffusione come strumento di store of value.

Parallelamente, lo sviluppo del settore DeFi, metterà a disposizione di migliaia di utenti di tutto il mondo nuove possibilità di finanza. Non una finanza creativa, ma una finanza 2.0.  MakerDAO su Ethereum è stato un successo. Il primo passo della finanza decentralizzata. Tale successo sarà replicato su Bitcoin in breve tempo, probabilmente già nel 2020 e questo sarà senz’altro uno degli appuntamenti più importanti di quest’anno. Un evento disruptive per la finanza.

Gli stati sono sempre più interessati all’industria Blockchain e un basket di regolamentazione non tarderà ad arrivare. Di qualche giorno fa è la notizia del primo ETF basato su attività blockchain approvato in Cina.

Tutto strepitoso. Che cosa non va allora? Le aspettative. Le nostre aspettative che continuano ad essere basate esclusivamente sull’aspetto speculativo di breve termine e non sull’attenzione allo sviluppo e la creazione di servizi utili e validi. Soltanto con questi ultimi potremo assistere ad una crescita sana del settore capace di essere sostenibile nel lungo periodo. Girovagando tra i mille gruppi Telegram di cui faccio parte e le infinite discussioni su Reddit, non posso fare a meno di notare come ancora in troppi parlano di fine imminente del “Bear Market” e attesa per il “Next Bull Run”. Il 2017 ha fatto avvicinare tante persone al mondo delle criptovalute, ma altrettante ne ha fatte scappare. Concentriamoci su #innovazione e #tecnologia e seguiamo i fondamentali di questo settore dalle prospettive strepitose. Le soddisfazioni verranno di conseguenza.

Tags : blockchainbusinessDeFiinnovazioneinvestimenti